“L’uomo non ha soltanto bisogno di essere nutrito materialmente
o aiutato a superare le difficoltà, ma ha anche la necessità di sapere
chi egli sia e di conoscere la verità su se stesso, sulla sua dignità”


Quasi 80 milioni di cittadini europei sono esposti al rischio della povertà. L’Unione europea è una delle regioni più ricche al mondo. Tuttavia, il 17% degli europei dispone ancora di risorse limitate e non riesce a soddisfare le proprie necessità primarie.

Nel ricordare che il 2010, anno europeo della lotta contro la povertà e l’esclusione sociale,  deve essere un’occasione per rinnovare l’impegno verso la solidarietà, la giustizia e l’inclusione sociale, Benedetto XVI, nei locali della Caritas di Roma, ha evidenziato come il divario tra i cosidetti poveri e coloro che vivono in condizioni di ricchezza, anche se artificiale, è fondamentalmente creato dall’uomo. A causa dell’attuale crisi finanziaria, economica, tale spaccatura, pericolosa per la società in generale e per ogni singolo individuo, si sta, poi, allargando e inasprendo. Nessuno dovrebbe essere povero per colpa di strutture ingiuste o condizioni inique.

Per questo motivo la sollecitazione del Pontefice è rivolta non solo ai cattolici, ma ad “ogni uomo di buona volontà. In particolare a quanti hanno responsabilità nella pubblica amministrazione e nelle diverse istituzioni”, perché ciascuno si impegni  ”nella costruzione di un futuro degno dell’uomo, riscoprendo nella carità la forza propulsiva per un autentico sviluppo e per la realizzazione di una società più giusta e fraterna”.

Tuttavia per promuovere una pacifica convivenza che aiuti gli uomini a riconoscersi membri dell’unica famiglia umana è importante che le dimensioni del dono e della gratuità siano riscoperte come elementi costitutivi del vivere quotidiano e delle relazioni interpersonali”.

La soluzione del problema? Non è semplice.

Non si tratta di “dare a ciascuno il suo”, ma di giungere ad avere una visione completa dell’uomo. Anzi, come dice il Papa, occorre arrivare a guarire il cuore dell’uomo, perché solo la verità e la solidarietà possono condurci a maggiore libertà e giustizia”.

Be Sociable, Share!

Post correlati ...

Tags: , , , , , , ,

Lascia un Commento