La canzone gioiosa dell’esistenza

Last modified on 2010-05-30 16:28:24 GMT. 0 comments. Top.

Quando, il Pontefice Benedetto XVI, il 18 novembre 2006, dopo una stupenda esecuzione del “Philharmonia Quartett Berlin”, chiarì come “la musica possa condurci alla preghiera” sottolineò come essa “ci invita ad elevare la mente verso Dio per trovare in Lui le ragioni della nostra speranza e il sostegno nelle difficoltà della vita”.

Rileggendo, in questi giorni, le parole di Don Giosy – “E’ bello avere un motivo in mente che ci conduca spiritualmente ogni giorno e che non siano, inevitabilmente, le notizie del Tg o il gossip delle ultime ore” – mi sono convinto, quindi, che, sarebbe stato utile offrire, nel nostro sito, uno spazio di riflessione spirituale che sfrutti, come medium, la musica, e la canzone in particolare, per offrire dei leit motiv, come dice Don Giosy, che ci facciano compagnia e che possano comporre, insieme ad altri ritornelli e strofe, la canzone gioiosa della nostra esistenza.

Un’esistenza che, a tutte le età, per mirare in alto, ha forte bisogno di impegno, di idealità chiare, sincere.

Se “Dio è la nostra canzone infinita”, quello che vogliamo offrirvi è, allora, un insieme, disordinato, di piccoli tasselli di Dio, della sua bellezza e armonia; “frammenti e gocce” direbbe Don Giosy, da ascoltare, con gioia, con entusiasmo, per cogliere il bello della vita, per essere felici, nel senso più intimo e vero.

Ti amo sempre

Last modified on 2010-05-30 14:10:39 GMT. 0 comments. Top.

Ti amo sempre

Le mie notti sempre uguali, tu sei l’unico pensiero,
ho deciso la mia vita, solo tu sei la mia donna.

Ti ho sentito, mi hai parlato, eri forse emozionato,
ma negli occhi c’è un bagliore,
e vi ho letto il vero amore, ho deciso sono tua.

Ogni attimo che vivo è un silenzio di parole
sveli tutti i miei pensieri, condividi i miei progetti.

Sento un brivido di cielo e ti guardo nel profondo,
e davvero tutto il mondo non è grande come te.

Ti amo sempre e ti amerò, senza te non so volare,
sei la vita che darò, sei la vita che non ho.
TI amo sempre e ti amerò, salirò a rubare il sole,
sei l’azzurro dell’amore, oggi tu mi sposerai,
oggi io ti sposerò.

Entra pure in casa mia, tu sei il solco, madre, terra,
e raccoglierai quel seme che germoglia in un bambino.

Sentirò quel primo pianto e tu sarai lì accanto
e noi due una persona e ci abbracceremo in Dio.

Ti amo sempre e ti amerò, senza te non so volare,
sei la vita che darò, sei la vita che non ho.
Ti amo sempre e ti amerò, respirando insieme a te
ogni attimo è follia.

Quante volte sei la neve, sento freddo e sei lontano
ma c’è il fuoco di una donna che ti fa ricominciare
e per me non puoi invecchiare,
sarai sempre e solo tu.

(Giosy Cento, la Vela e il vento, 2005)

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento