La Chiesa: esterno

Last modified on 2009-10-22 17:20:16 GMT. 0 comments. Top.

Strutturata con un impianto a croce latina, la nostra Chiesa parrocchiale è dotata di un’ampia navata centrale e due piccole navate laterali.

Dopo restauri poco accurati degli ultimi decenni, la facciata della nostra Chiesa Parrocchiale è stata risistemata, nel 2008, con un progetto che l’ha riportata all’originale semplicità.
Durante i lavori di restauro sono anche state ritrovate le pietre originali del portale e una pietra commemorativa che ricorda l’inaugurazione della prima chiesa di Visciano di Calvi Risorta, risalente all’anno del Signore 1656.

La Chiesa: interno

Last modified on 2009-10-22 19:07:43 GMT. 0 comments. Top.

Strutturata con un impianto a croce latina, la nostra Chiesa parrocchiale è dotata di un’ampia navata centrale e due piccole navate laterali.

Sull’altare principale, nell’abside, domina un crocifisso di recente accquisizione mentre nel transetto, sono posizionati gli altari con le statue di San Silvestro (a destra)  e di Maria Santissima delle Grazie (a sinistra). Entrambi patroni della nostra Comunità, le cui ricorrenze si festeggiano, rispettivamente, il 31 dicembre e la prima domenica di settembre di ogni anno.

Appena dopo la porta d’ingresso, oltre al coro rialzato, nella navata destra, si può ammirare un crocifisso ligneo di buona fattura, realizzato, negli anni Ottanta, da un abile artigiano trentino.

Il Centro Pastorale Interparrocchiale

Last modified on 2009-10-22 19:07:28 GMT. 0 comments. Top.

Una risorsa essenziale per l’azione pastorale nella nostra cittadina è, senza ombra di dubbio, il Centro Pastorale Interparrocchiale “Don Lorenzo Milani” localizzato nella frazione di Petrulo che, inaurgurato il 26 aprile 2009, alla presenza delle autorità cittadine e del Vescovo, S.E. Mons. Arturo Aiello, mira a diventare un elemento di stimolo e di coordinamento per le più significative attività pastorali avviate sul territorio.
La risorsa, che è stata donata dalla Diocesi, è stata resa possibile grazie al contributo offerto dai cittadini con la dichiarazione dei redditi (8 per mille) e sarà messa subito alla prova, con l’avvio di attività nell’ambito della formazione religiosa, della promozione culturale e dell’azione sociale. Anche con il contributo delle associazioni e dei gruppi di volontariato.

La Casa Parrocchiale

Last modified on 2009-10-22 17:32:22 GMT. 0 comments. Top.

Utilizzata, per anni, come struttura di servizio a favore dell’oratorio, delle attività catechistiche, e come risorsa per  svago, per la presenza di un  campo di tennis, la Casa Parrocchiale è ritornata ad essere residenza del Parroco da pochi anni.  Ed in particolare con l’arrivo dell’attuale parroco, Don Crescenzo Gravante.

La struttura, attualmente in ristrutturazione, è luogo di riferimento per tutti gli incontri dei gruppi parrocchiali.

Negli spazi antistanti la struttura, nel periodo estivo, si celebrano anche l’adorazione eucaristica ed altre cerimonie religiose.

Il Santuario “La Piccola Lourdes”

Last modified on 2009-10-22 19:02:12 GMT. 0 comments. Top.

I primi lavori per la costruzione del santuario cominciarono nel febbraio del 1992 grazie all’entusiasmo dell’ex parroco di Visciano Padre Bartolomeo, passionista, e all’estro del carpentiere Mario Chece, collaborato dai volontari Antonio Perrillo, Nicola Cipro, Vitaliano Canzano, Nicola Ventriglia, Angelo Ricciardi e Giuseppe Manzo.

Nella cappella grande si trova un’opera del pittore Francesco Ciccarelli, nella cappella più piccola, il caratteristico campanile con il grande orologio che invita i fedeli per il rosario nell’ora dei vespri.

Lungo il viale che porta sopra alla collina sono nati la grande “Via Crucis”, i “Misteri del Rosario” in legno ed il cosiddetto “Orto degli Ulivi” dove tutti gli anni a Pasqua 100 figuranti rappresentano la Passione di Cristo.  Salendo sulla collina c’é il Calvario dove si elevano tre grandi Croci.

Appena di fronte alla Chiesa c’è, poi, Padre Pio ed il presepe dell’ artista caleno Giovanni Di Maio. L’opera formata da oltre 30 grandi pastori ha richiesto per la sua realizzazione 300 chili di sughero e più di 500 lampadine che illuminano ogni angolo del paesaggio palestinese fedelmente ricostruito.

Un tempo il sito era proprietà del signor Benito Capezzuto che lo coltivava di suo pugno finché, nel febbraio 1992, in seguito ad un sogno, non decise di metterci la statua della Madonna di Lourdes che aveva a casa in un’edicola. All’inizio ci andava a dire il rosario qualche vecchietta che abitava lì vicino, poi se ne aggiunsero delle altre. Il Padre passionista pensò di non spegnere quella piccola fiamma di fede e di far crescere quel nucleo di preghiera. Il Capezzuto mise a disposizione il terreno, così come Caruso Luigi.

Oggi, a distanza di tanti anni, quel piccolo luogo di ritrovo per la recita del rosario è diventato il santuario della Piccola Lourdes di Visciano la cui struttura (che ricorda le chiese del Tirolo), emergendo, imponente, dalla collina che sovrasta l’intero paese, rappresenta per tutti gli abitanti del circondario, un sicuro riferimento  di fede e di devozione mariana.

L’undici febbraio di ogni anno, dopo un triduo di preghiera, nel Santuario si celebra una Messa solenne in onore della Beata Vergine di Lourdes seguita da una processione che porta la Madonna, benedicente, per le vie del paese.

Be Sociable, Share!

Lascia un Commento